Infinity room, al Pink Elephant, una discoteca che mi ricorda gli anni d’oro del Big Club di Padova, dove gli specchi spingono in altre dimensioni il tuo corpo ed il pensiero si sente più forte e profondo tra le luci e gli specchi si ritrova nella tua immagine. Ci girerei di certo un video, c’è chi passa con imbarazzo e non riesce a guardarsi. C’è chi si riconosce tra le luci verdi o fuxia e sorride, un modo per prendere confidenza con il proprio limite.